Ritorno in classe, Zaia: “Non possiamo riaprire, è una sconfitta per tutti”

Stampa

Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, in un’intervista al Corriere della Sera, parla del ritorno in classe previsto in regione, per le scuole superiori, il prossimo 1 febbraio.

“Io sono un inguaribile ottimista e non ho mai pensato che il futuro della scuola debba dipendere da un collegamento wi-fi. Non riaprire è per certi versi una sconfitta, i ragazzi hanno diritto ad una scuola in presenza che purtroppo garantire”.

E poi: “Ascolto autorevoli scienziati che segnalano il pericolo di una ripresa dei contagi. Il dipartimento di prevenzione del Veneto ha prodotto un documento che dice che non è il caso di rischiare. Ho preso quella decisione esclusivamente per ragioni sanitarie”.

Riapertura scuole, le Regioni divise: tutte le date. Pagina in aggiornamento

Covid-19, nuovo decreto: scuole elementari e medie riaprono il 7 gennaio, le superiori (al 50%) l’11 gennaio. Weekend in zona arancione [BOZZA PDF]

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese