Ritorno in classe, Villani (CTS): “Obbligo di mascherina solo se la struttura non permette il distanziamento”

Ai microfoni di Radio Radio è intervenuto il professore Alberto Villani, presidente della Società Italiana di Pediatria e membro del Comitato Tecnico Scientifico.

“Facciamo chiarezza: non c’è stato nessun disaccordo e nessuna visione diversa di quello che deve essere fatto. Tutto resta com’era, le regole fondamentali rappresentate dal distanziamento fisico, dall’uso di una barriera facciale e l’igiene delle mani restano i capisaldi della prevenzione”.

Sull’obbligo della mascherina: “Noi dobbiamo tener conto di quella che è la situazione della scuola italiana. È chiaro che ci saranno delle realtà scolastiche in cui il distanziamento sarà possibile e ci saranno altre realtà in cui il distanziamento sarà più difficoltose e quindi bisognerà indossare la mascherina. Si sta provvedendo in tempi eccezionalmente rapidi. Se verranno rispettate rigorosamente le norme, sarà molto difficile che anche qualora ci fosse un caso positivo questo possa contagiare gli altri. Più le norme verranno rispettate, meno rischi ci saranno”.

E su un messaggio da lanciare alle famiglie afferma: “Io mi sento tranquillo nel dire ai genitori di non avere timori e credo che lavorando tutti in sinergia si potrà riprendere una vita caratterizzata da questa nuova normalità ma in sicurezza”.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia