Ritorno in classe, Vaia (Spallanzani): “no ad utilizzo di cinema e teatri, è ‘logica baracche’. Ci vogliono investimenti”

“Applicare un grande piano Marshall per la scuola”, senza ricorrere a soluzioni emergenziali in vista  della riapertura “come l’utlizzo di cinema e teatri”. Lo sottolinea il direttore sanitario dell’Istituto Spallanzani di Roma, Francesco Vaia, ospite di ‘Omnibus’ su La 7.

Anche per la scuola “è una questione di spazi. Al di là delle  mascherine, dell’igiene delle mani – afferma Vaia – c’è bisogno che vengano esercitate azioni immediate, magari reperendo fondi in sede  europea”. Bisogna “applicare un grande piano Marshall per la scuola,  che deve essere migliorata in quantità”, a livello di spazi, dunque,  “e in qualità”. La soluzione non sono provvedimenti emergenziali: “Sono molto contrario a che si utilizzino cinema e teatri, intanto  perché a loro volta devono essere rilanciati e soprattutto perché così siamo sempre in una logica post-terremoto, di ‘baracche’, di tende:  prendiamo i giovani e li mettiamo lì provvisoriamente, poi magari  questa provvisorietà dura per tantissimo tempo”.

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!