Ritorno in classe, uno studente ha sintomi Covid-19? Ecco cosa accadrà. La procedura prevista

Settembre si avvicina e si va verso la riapertura delle scuole. Il nuovo anno scolastico arriva per gli studenti dopo una lunga interruzione causata dal Coronavirus. Ora si cercherà di ripartire con la didattica in presenza, ma si manterrà la guardia alta tenendo d’occhio l’andamento dei contagi.

Cosa succederà qualora uno studente avesse dei sintomi riconducibili al Covid-19? Il ragazzo con eventuali sintomi deve avvisare l’insegnante in aula.

A sua volta, l’insegnante deve avvisare il referente Covid, scelto tra i docenti dell’istituto. Una volta contattato dall’insegnante della classe, il referente deve andare in classe a prelevare il ragazzo sintomatico, munito di mascherina, e portarlo nell’aula Covid appositamente allestita.

Lì provvederà a contattare la famiglia che lo verrà a prendere e portare a casa. Qualora risultasse positivo, scatterà in automatico la quarantena per tutta la classe.

Ricordiamo che i Protocolli di sicurezza e le indicazioni del Comitato Tecnico Scientifico prevedono l’obbligo di rimanere a casa in presenza di temperatura oltre i 37,5° o altri sintomi simil-influenzali.

Riapertura scuole, tutti i documenti: dai protocolli sicurezza, ai regolamenti d’istituto. Tutto ciò che ti serve. AGGIORNATO

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia