Ritorno in classe, tutti i casi di positività al Covid-19 nelle scuole regione per regione. In aggiornamento

Dopo il rientro in classe, la scuola affronta le prime difficoltà dopo la ripartenza, in attesa delle Regioni in cui si riprenderà dopo le elezioni.

Trentino Alto Adige

Tre casi di positività in altrettanti istituti scolastici, rispettivamente in una scuola dell’Infanzia del Pinetano, una primaria nell’area della val di Sole, una scuola superiore nel Roveretano. Il contagio registratosi nella scuola materna riguarda un bambino che era stato ricoverato per una caduta al Pronto Soccorso, dove gli è stata anche riscontrata la positività al Coronavirus, che ha fatto scattare tutte le misure preventive; per il caso verificatosi alle Elementari erano insorti dei sintomi e il bambino è stato subito isolato; per quanto riguarda infine il ragazzo delle Superiori, si tratta di un caso collegato ad un focolaio preesistente in cui era stata coinvolta una persona della famiglia.

La Sovirintendenza scolastica in lingua tedesca rende noto che questa mattina una scolara che frequenta una scuola del comprensorio di Appiano è risultata positiva al Covid-19. Le misure di sicurezza e tutela della salute sono state attuate in accordo tra il locale servizio di igiene in accordo con la scuola. Per gli altri scolari le lezioni proseguono regolarmente. Ulteriori passi saranno eventualmente compiuti in accordo tra l’Azienda sanitaria e la direzione scolastica, informa una nota.

Friuli Venezia Giulia

I 115 ragazzi dell’Isis Michelangelo Buonarroti di Monfalcone (in provincia di Gorizia) in isolamento fiduciario dopo che un docente era risultato positivo al coronavirus, sono risultati negativi al tampone. I 115 studenti appartengono a cinque classi dell’istituto ed erano stati sottoposti, in via cautelativa, a isolamento fiduciario due giorni fa. Ieri sono cominciati i tamponi. Il caso di infezione derivava da un contatto indiretto che il professore aveva avuto con una persona proveniente dall’Est Europa.

La sezione dei “piccoli” della scuola dell’infanzia di Carlino (in provincia di Udine) è stata chiusa in via precauzionale dopo che è stato accertato un caso di Covid-19 in un bimbo che aveva accusato una leggera sindrome influenzale. La scuola dell’infanzia di Carlino è paritaria ed è gestita da un’associazione di genitori.

Un alunno della scuola Gaspardis di Trieste è risultato positivo al Coronavirus. La notizia è stata pubblicata dal Piccolo questa mattina e rappresenta il primo caso nelle strutture scolastiche del capoluogo regionale. Dopo la positività è scattato il piano per isolare il caso. L’alunno, 21 compagni di scuola e tre docenti si trovano ora in quarantena.

Lombardia

Aveva fatto il tampone il 3 settembre e il 7, l’8 e il 9 settembre è andato a scuola, finché la famiglia il 9 ha saputo che l’esito del test era positivo e ha smesso di mandare il bimbo in classe, in una sezione di una scuola dell’infanzia in Brianza. La scuola ha segnalato ieri all’Amministrazione comunale – che dà notizia di quanto successo – un caso di positività al Covid-19 tra i suoi alunni e oggi tutti i bambini e i docenti della classe dell’alunno positivo vengono sottoposti a tampone all’ospedale San Gerardo di Monza. Le lezioni per questa classe sono sospese. I bambini, le insegnanti e le famiglie si trovano in quarantena in attesa dell’esito del tampone e delle indicazioni di Ats. Il caso di positività alla scuola Montessori è stato anche confermato al sindaco da Ats.

Cinque alunni e un insegnante sono risultati positivi al tampone per il Covid: lo comunica ATS Città Metropolitana di Milano, spiegando che si tratta di alunni di micronido (1 caso) e di scuola dell’infanzia (4 casi). Le classi dei 5 positivi sono state isolate. Il docente, invece, insegna in una scuola secondaria di primo grado. Non è stato disposto alcun isolamento nell’istituto del caso.

Piemonte

Il primo caso di Covid dopo la riapertura delle scuole, a Novara, è in una materna, la ‘San Lorenzo’: lo ha rivelato il bisettimanale locale ‘Corriere di Novara’. Un piccolo è risultato positivo e, insieme a tutti i compagni e alle maestre, è stato messo in quarantena. I protocolli previsti in questi casi sono subito scattati e oggi tutti verranno sottoposti a tampone presso l’Asl: in ogni caso dovranno restare a casa per 14 giorni anche in caso di tampone negativo, che dovrà essere ripetuto allo scadere della quarantena. In base ai dati forniti ieri dalla Regione, sono 5 gli studenti e operatori della scuola risultati positivi in Piemonte dopo l’esito del test negli ‘hotspot scolastici’ allestiti per la diagnosi immediata di Coronavirus. Al test si sono rivolti fino a ieri 212 tra studenti e personale della scuola.

Veneto

Gli alunni di due classi della provincia di Treviso sono stati posti in quarantena, a seguito dell’emergere di una positività rispettivamente in una Scuola Materna e in Istituto Superiore del Distretto. Lo rende noto l’Azienda Ulss della Marca Trevigiana. Alla Materna è scattata la quarantena anche per le maestre; nessun provvedimento restrittivo, invece, per i docenti della Scuola Superiore, dove vigono distanziamento e utilizzo delle mascherine.

Liguria

Uno studente dell’istituto tecnico ‘Liceti’ di Rapallo è risultato positivo al covid. Ieri, in attesa della conferma della positività, il dirigente scolastico ha ordinato che tutta la classe oggi non entrasse. Con la conferma della positività è scattata la quarantena per tutta la classe e per le due insegnanti che avevano tenuto lezioni a quegli studenti. “Essendosi verificato un primo caso di quarantena di una classe dell’istituto ad esito di un tampone positivo, si raccomanda a tutti gli studenti e a tutti i genitori di osservare con la massima precisione le misure di precauzione previste dai protocolli ministeriali e dalla scuola”, ha scritto il dirigente scolastico Norbert Künkler

Toscana

Sedici bambini, tre insegnanti ed un collaboratore scolastico di una classe della scuola primaria Felice Orsi di Porcari, in provincia di Lucca, sono in quarantena a casa a seguito della positività emersa oggi di un bambino asintomatico, che aveva effettuato ieri un tampone molecolare non per rischio Covid acclarato ma come test routinario. Lo rende noto la Asl Toscana nord ovest.

La maestra di una scuola primaria è risultata positiva al tampone di Coronavirus e altre nove insegnanti sono in quarantena precauzionale fino al 30 settembre. Questo è quanto accaduto a Chianciano Terme (in provincia di Siena) dove il sindaco Andrea Marchetti, in accordo con il dirigente scolastico e la Asl, ha disposto la chiusura della scuola per via della mancanza del personale docente. La maestra, paucisintomatica, risultata positiva non aveva mai fatto ingresso a scuola dopo la riapertura e non ha mai avuto contatti con i bambini in attesa del risultato del tampone. Per gli alunni è stata disposta la didattica a distanza.

Spiacevole episodio a Prato. Una studentessa di una scuola della città toscana si è presentata, martedì in classe per seguire il primo giorno di lezioni, ma non doveva farlo visto che era in atttesa del tampone che poi si è rivelato positivo. Nessuna quarantena in classe, ma controlli per due compagni che sono stati vicini a lei. La preside è furiosa e si scaglia contro la famiglia della ragazzina che adesso rischia una multa.

Emilia-Romagna

Alcuni studenti di due classi di un liceo scientifico di Rimini sono finiti in isolamento domiciliare perché, in base alle indagini epidemiologiche, hanno avuto contatti ravvicinati con un giovane di un altro istituto risultato positivo al coronavirus prima di rientrare a scuola. A riportare la notizia è la stampa locale. Gli studenti posti in quarantena hanno ricevuto la comunicazione dal Servizio di Igiene pubblica nel weekend prima dell’inizio della scuola e, come precisa l’Ausl Romagna, non si sono mai presentati in classe.

Tre ragazzi che frequentano un liceo di Rimini sono risultati positivi al Coronavirus dopo che erano entrati in contatto con un loro coetaneo, frequentante un’altra scuola, anch’egli contagiato. Ne dà notizia la stampa locale: due classi sono state messe in isolamento, ma la scuola rimane aperta, anche perché i tre ragazzi in questione, come i loro compagni che sono stati sottoposti al tampone, si trovavano già in quarantena lunedì, quando è suonata la prima campanella.

Tre casi di Sars-CoV-2 in tre diversi Istituti di scuola secondaria di secondo grado a Bologna: sono stati notificati oggi al dipartimento di sanità pubblica dell’Azienda Ausl di Bologna. Gli studenti, sono tutti asintomatici e frequentanti tre scuole diverse, il Liceo Ginnasio Statale M. Minghetti, il Liceo Linguistico Laura Bassi ed il Liceo Scientifico A. Righi. Il Dipartimento di Sanità pubblica, in collaborazione con i dirigenti scolastici ed i referenti Covid dei tre istituti coinvolti, si è attivato per la presa in carico dei soggetti positivi e dei rispettivi contatti stretti (compagni di classe e personale docente). Attualmente i soggetti coinvolti, tra studenti e docenti, sono circa 30 per ogni Istituto.

Lazio

A tre giorni dalla riapertura delle scuole, nel Lazio si registra un primo studente positivo al Coronavirus. È successo in una scuola di Monterotondo, alle porte di Roma. Ad annunciare la positività del giovane è il sindaco, Riccardo Varrone. La positività non è ad oggi riconducibile in alcun modo ad un contagio avvenuto all’interno della scuola.

Sicilia

Una maestra della scuola dell’infanzia “Primavere” di Erice Casa Santa, in provincia di Trapani, è risultata positiva al coronavirus dopo aver effettuato un tampone. La scuola ha chiuso e i bambini che la frequentano sono stati posti in quarantena in attesa di effettuare i test. Caso di positività anche in un istituto comprensivo di Petrosino, vicino Marsala, che per il momento chiude i battenti.

Chiuso in via precauzionale l’asilo nido “Melograno” in via Monte San Calogero, a Palermo. Il provvedimento e’ scattato dopo che un genitore e’ risultato positivo al tampone. Sono stati i genitori del piccolo che frequenta l’asilo nido a dare la comunicazione,  dell’esito dell’esame, ieri sera, alla educatrice di riferimento del “Melograno”. Immediatamente e’ scattato il protocollo e tutte le famiglie dei circa 20 bambini che  frequentano il nido sono state avvertite dell’accaduto e invitate a non portare i figli all’asilo questa mattina.

Lezioni sospese nella classe 1 H del liceo scientifico “Fardella” di Trapani, dopo che la mamma di uno studente è risultata positiva al Covid-19. Isolamento volontario per studenti e docenti del corso. Adesso si metterà in atto tutto il protocollo con la sanificazione dei locali e i controlli del caso.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO (ultimo aggiornamento giovedì 17 settembre, ore 18.40)

Inizio anno scolastico: regolamenti, FaQ, documenti, guide e info utili. [AGGIORNATO]

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia