Ritorno in classe, Turi (Uil Scuola): “Serve protocollo di sicurezza aggiornato, i dati della pandemia ci preoccupano”

WhatsApp
Telegram

“Un piano di interventi e risorse per poter affrontare al meglio i problemi che si presentano per l’inizio del nuovo anno scolastico”.

Così Pino Turi, segretario generale Uil Scuola all’Adnkronos sottolineando che “i dati preoccupanti della pandemia, hanno indotto i sindacati a chiedere un confronto con il ministero, ricordandogli che il comparto è senza protocollo di sicurezza. Si ricorderà che nell’agosto scorso ci fu la firma del protocollo che nei giorni successivi fu smentito dal ministro e mai più aggiornato”.

“Tutti i luoghi di lavoro hanno aggiornato il loro protocollo anche alla luce delle successive decisioni del governo che sostanzialmente hanno delegato alle parti sociali, l’attivazione di misure idonee a garantire la sicurezza nei luoghi di lavoro, l’uso dei dispositivi di prevenzione e sicurezza. – sottolinea Turi – La scuola si presenta
 all’appuntamento di settembre stressata in ogni sua componente, cosciente di avere retto e aver fatto e bene, la sua parte. Ora serve guardare al futuro e non al passato che rappresenta un valido banco di prova per l’esperienza svolta e per ciò che è utile fare ancora”.

WhatsApp
Telegram

Adempimenti dei Dirigenti scolastici per l’avvio del nuovo anno scolastico: scarica o acquista il nuovo numero della rivista per Dirigenti, vicepresidi, collaboratori del DS e figure di staff