Ritorno in classe, Salvini: “Oggi è più pericoloso starnutire che spacciare. Presto mozione di sfiducia alla ministra Azzolina”

Stampa

“La priorità seconde me è la scuola. Ci  sono 8 milioni di bimbi che aspettano di tornare in classe. Ad oggi 50 mila cattedre sono vuote, sono 3 mesi che proponiamo soluzioni, di  assumere i precari e di usufruire delle scuole paritarie. La libertà  educativa è nella Costituzione. Dire che le paritarie sono per ricchi  è una cavolata. Questi vivono su Marte”. Lo dice il leader della Lega Matteo Salvini a Rapallo, in Liguria.

“Ve lo dico da subito, -aggiunge – a ottobre i vostri bimbi prenderanno l’influenza, cosa succederà?Mettiamo tutti in quarantena? Oggi è più  pericoloso starnutire che spacciare. Noi non pretendiamo di fare  concerto con Vasco a San Siro, ma la scuola è sacra. I nostri bimbi  non sono pacchetti da chiudere in classe. E continuo a dire: se hai  trovato 100 milioni per i monopattini li devi trovare per i termo  scanner nelle scuole. Mancano dieci giorni e qua c’è la nebulosa. Per  questo noi presentiamo una mozione di sfiducia alla cara ministra Azzolina”, conclude Salvini.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur