Ritorno in classe, Pregliasco: “Doveroso riaprire le scuole, saranno stress test importanti”

La riapertura delle scuole sarà “una sfida, uno stress test per tutto il nostro sistema e sicuramente i contagi aumenteranno”, ma è “doverosa, giusta e necessaria”. A spiegarlo, durante la trasmissione Agorà, è stato il virologo dell’Università degli studi di Milano, Fabrizio Pregliasco.

“La diffusione del coronavirus – ha spiegato l’esperto – ora non è più epidemica ma endemica e secondo i dati che abbiamo, i bimbi più piccoli hanno una minor capacità di trasmissione. Tutto questo quindi ci fa ben sperare rispetto all’effetto complessivo dell’apertura delle scuole, che è doverosa, giusta, necessaria” ma è anche “una sfida, uno stress test a tutto il nostro sistema”.

Basti pensare che “coinvolge 8 milioni di bambini o giovani e 2 milioni operatori, ma credo che metà della popolazione italiana è in qualche modo coinvolta come genitore, nonno, zio o comunque persona a contatto con gli studenti”. Quindi serve attenzione e prudenza ma anche ottimismo perché c’è “necessità di ripartire”.

Rispetto al rischio di un aumento di contagi con il ritorno sui banchi, secondo Pregliasco, “sicuramente ci sarà un rialzo del numero di casi perché la riapertura delle scuole coincide con l’autunno e con l’epidemia influenzale. E, mentre la seconda ondata di Covid è un fatto teorico, l’influenza, invece, è sicuro che ci sarà. Questo – ha concluso -nasconderà e faciliterà la diffusione del numero di casi, così come anche gli sbalzi termici faciliteranno tutti i virus respiratori, tra cui anche il coronavirus”.

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Affidati ad Eurosofia per acquisire le competenze richieste