Ritorno in classe, Prefetto Torino: volontari carabinieri per controlli anti folla fuori dalle scuole e sui bus

Stampa

Per i controlli anti assembramento necessari a garantire la ripartenza delle scuole superiori “useremo gli ausiliari del traffico e i volontari della protezione civile, ma non solo. Chiederemo aiuto anche ai volontari pensionati della polizia stradale e dei carabinieri. Faremo i controlli anti assembramento anche alle fermate degli autobus e dentro gli autobus, per i quali è prevista una capienza fissata al 50%”.

È quanto ha dichiarato il prefetto di Torino, Claudio Palomba in un’intervista a Il Corriere della Sera.

Per garantire la disponibilità di mezzi di trasporto, “d’accordo con la sindaca Appendino, abbiamo fatto accordi con mezzi di privati”, ha detto il prefetto.

“Prima dell’ultima ordinanza del ministro Speranza che ha fissato la presenza al 50%, avevamo fatto i calcoli sul 75% e avevamo deciso di fare due turni di ingresso a scuola: il primo alle 8, al 50%, il secondo alle 10, al 25%. Ora abbiamo pensato di lasciare soltanto un unico turno di ingresso al mattino alle 8”.

Riapertura scuole 7 gennaio, ecco dove si rientrerà con orari d’ingresso differenziati. Pranzo e tempo per i compiti?

La decisione sulla modalità di turnazione “viene lasciata all’autonomia degli istituti. Saranno loro a stabilirlo”.

Mentre per gli orari degli uffici pubblici – aggiunge il prefetto – non si è ancora pensato di cambiarli “ma ci teniamo pronti. L’ultima ordinanza del ministro della Salute è valida soltanto una settimana, dal 7 gennaio al 14. Le altre decisioni verranno prese dal 15 e se si dovesse tornare alla presenza al 75% noi siamo pronti a ripristinare il doppio turno e a cambiare gli orari: ci sarebbero due ingressi, uno alle 8 e uno alle 10, che è l’orario in cui aprono gli uffici pubblici. In questo caso li sposteremo: o alle 9 oppure alle 11. Sposteremmo anche l’orario dei negozi”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur