Ritorno in classe, no mascherine, sì al distanziamento: così la scuola a settembre in Trentino

Cosa accadrà a settembre per il ritorno a scuola? Le Regioni sono all’opera, in accordo con il Governo, per la riapertura delle classi. Ecco cosa accadrà in Trentino.

Si prospetta un ritorno a scuola senza mascherine, mentre il distanziamento fisico rimarrà. Questo è quanto prevede il sovrintendente scolastico del Trentino Alto Adige, Vittoria Sbardella, nel corso di un’audizione in Provincia.

“Il distanziamento – dice Sbardella – comporterà però la creazione in tutte le scuole di gruppi più piccoli. In Trentino già nella situazione pre-Covid non c’erano classi molto numerose, ora occorrerà farle diventare ancora meno numerose”.

E ancora: “Giusto puntare il più possibile alla normalità della vita scolastica – continua la sovrintendente – ma non possiamo comunque dimenticare, che l’epidemia non è stata ancora superata, anche se è vero che siamo in una fase nella quale il virus incide meno rispetto a poco tempo fa. Tuttavia non possiamo archiviare il problema”.

In Alto Adige la partenza delle lezioni è fissata per il 7 settembre e si punta anche sulla scuola all’aperto.

Leggi anche

Ritorno in classe, parla Miozzo (Cts): ecco cosa faremo in caso di contagio a scuola

Azzolina: sì a test sierologici per tutto il personale scolastico. Il ministero della Salute è già a lavoro

Ritorno in classe, Azzolina: in arrivo specifico protocollo di sicurezza per la riapertura

Azzolina: al via formazione del personale scolastico su digitale. Presto linee guida su Dad

Ritorno in classe: ecco quando dovrà essere indossata la mascherina

TFA Sostegno V ciclo. Affidati ad Eurosofia, materiali didattici sintetici, simulatori delle prove ed un metodo incisivo. Allenati per vincere