Ritorno in classe, nelle ore di punta potrebbe rimanere a piede quasi il 35% degli studenti

L’associazione ASSTRA che riunisce le aziende di trasporto pubblico locale lancia l’allarme: “La riapertura delle scuole rischia di mettere sotto pressione il sistema dei trasporti locali e, nelle ore di punta, il 25-35% degli studenti rischia di rimanere a piedi”.

Lo spiega all’ANSA, il presidente di Andrea Gibelli. “Se la domanda cresce all’85 % nell’ora di punta rispetto al precovid e la capienza massima è del 50/60% – afferma – potrebbe rimanere a piedi il 35/25 per cento degli studenti. Ovviamente non sono gli unici che restano a piedi”.

Le società di trasporto si stanno preparando all’avvio della scuola e chiedono regole: serve tempo infatti per l’acquisto di nuovi mezzi mentre viene sollecitato una rimodulazione e differenziazione degli orari nelle città e nei territori.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia