Ritorno in classe Lombardia, dirigente USP Cremona: “Non credo si torni in presenza già lunedì”

Stampa

Non si prevede a brevissimo un ritorno degli studenti delle superiori a lezione in presenza al 50% in Lombardia, nonostante la decisione del Tar che ha sospeso l’efficacia dell’ordinanza regionale che stabilisce lezioni solo a distanza fino al 24 gennaio.

Per il momento – ha spiegato Fabio Molinari, dirigente dell’ufficio scolastico di Sondrio e di Cremona – credo che le scuole superiori della nostra provincia non torneranno in presenza lunedì, salvo indicazione precise dal Dpcm o da organismi superiori dell’amministrazione“.

In linea teorica – ha detto – le scuole potrebbero riprendere la didattica in presenza al 50%, tuttavia siamo alla vigilia di un nuovo Dpcm con decorrenza dal 15 gennaio. Quindi, mentre siamo in attesa di indicazioni, anche dall’ufficio scolastico regionale, credo che sia opportuno per ora attendere“.

Ritorno a scuola, Tar Lombardia: superiori possono andare in presenza. Regione, “Faremo reclamo”. DECRETO

 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur