Ritorno in classe, Lattanzio all’attacco: “Che fine ha fatto la task force di Bianchi con la relazione da consegnare alla ministra?”

“Lorenzo Fioramonti ed io abbiamo scritto a Conte per affiancare al Cts tra le varie richieste anche un soggetto consultivo di natura pedagogica”. Lo annuncia all’Adnkronos Paolo Lattanzio, membro della Commissione
Cultura alla Camera dei deputati, subentrato nei giorni scorsi nel  Gruppo Misto fuoriuscendo dal Movimento Cinque Stelle, che rimarca: “Il problema da affrontare è il modello educativo a cui dare sviluppo. Mi chiedo: che fine ha fatto la relazione della task force di Bianchi  che sicuramente ha fornito delle indicazioni in tal senso e che avrebbe dovuto essere esaminata in sede parlamentare insieme alle indicazioni del Cts. La ho chiesta più volte da maggio senza  riscontro”.

“Avremmo voluto conoscerla prima delle linee guida – spiega il  parlamentare – perché avrebbe offerto spunti di altissimo livello che  ci sarebbero stati utili. Colao lo ha sempre detto: non si è occupato  di scuola perché c’era Bianchi. Dunque mi domando: adesso a linee  guida consegnate, a che serve?”.

“Sulla scuola si è perso un sacco di tempo – commenta – Avremmo già da tempo dovuto sperimentare il ritorno sui banchi in piccola scala. Oggi va approfondita la parte educativa pedagogica in tempi di Covid a  partire dalla ripresa a settembre, ma non c’è stata una reale  riflessione ministeriale approfondita.  La scuola – conclude – è stata ridotta a banchi ed aspetti che non sono prioritari”.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia