Ritorno in classe, l’appello di Mattarella: “Riapertura regolare sia obiettivo primario”

Le parole del presidente della Repubblica durante la consueta cerimonia del Ventaglio e l’incontro con la stampa parlamentare.

“Il sistema Italia non può permettersi di dissipare altre energie. La riapertura regolare delle scuole costituisce obiettivo primario” e deve avvenire “in un clima di condivisione”, afferma il Capo dello Stato.

“Uno sforzo per approntare tutte le misure e le attrezzature destinate alla scuola tenendo conto della non uniformità territoriale dovrà essere fatto da tanti protagonisti della società e della politica. Ne va della possibilità per le giovani generazioni di avere un futuro migliore e contribuire a futuro migliore”, aggiunge Mattarella.

La cautela sulla pandemia è un “richiamo prezioso e opportuno. C’è infatti la tendenza a dimenticare e a rimuovere esperienze sgradevoli. Forse non era immaginabile che la rimozione affiorasse cosi presto mente nel nostro Paese continuano a morire persone per il virus. E’ un motivo per non abbassare le difese”.

“C’è un pericolo ancora attuale – ha ammonito – ci sono contagi e vittime”.

“Esattamente 4 mesi fa – ha ricordato il Capo dello Stato – sono morti in un solo giorno oltre 800 concittadini. Non possiamo e dobbiamo rimuovere tutto questo, per rispetto dei morti, dei sacrifici affrontati dai nostri concittadini, con comportamenti che oggi ci permettono di guardare con maggiore fiducia. Altrove il rifiuto o l’impossibilità di quei comportamenti ha provocato o sta provocando drammatiche conseguenze”.

Didattica a distanza, 9 corsi con iscrizione e fruizione contenuti gratuite