Ritorno in classe, l’appello di Fioramonti a Conte: “Nessuno studente disabile rimanga indietro”

L’ex ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, in una nota, lancia un appello al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in vista del prossimo anno scolastico

“Nessuno degli studenti con disabilità deve rimanere indietro. Per questo, insieme ai deputati e senatori sia di maggioranza che di opposizione abbiamo presentato un appello alla Presidenza del Consiglio affinché nel primo strumento normativo utile, si possa intervenire per sanare la carenza di posti sul sostegno che la Scuola si troverà ad affrontare a settembre”.

“Non è possibile immaginare – continua Fioramonti – che quasi 80000 posti sul sostegno rimarranno in deroga anche a settembre. Ad oggi, 14.224 sono gli specializzati che hanno superato le prove altamente selettive. È necessario che vengano immessi in ruolo subito, e che vengano previste ulteriore specifiche per l’immissione in ruolo della restante parte. Inoltre, è necessario che venga sanata l’assenza di previsione all’interno del bando per il concorso straordinario che miri a riassegnare i posti rimasti scoperti per il mancato possesso del requisito dei tre anni di docenza sul sostegno”.

“È un impegno prima di tutto morale quello che viene richiesto dai sottoscriventi alla Presidenza del Consiglio – conclude infine l’ex Ministro –, affinché si possa intervenire presto nei confronti di quelle fasce più deboli della nostra comunità scolastica che hanno già dovuto patire tanto durante l’emergenza COVID-19, e che se ora non si interverrà adeguatamente, rischieranno di rimanere ancora più isolate”.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia