Ritorno in classe, Landini (Cgil): “Questo è il momento per un riforma strutturale della scuola”

Il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini, nel corso di un intervento alla trasmissione “Agorà”, in onda su Rai 3, parla anche della scuola e dell’imminente ritorno in classe.

“Questo è il momento di riaprire una discussione su una riforma strutturale del sistema istruzione”.

E ancora: “Serve portare l’obbligo scolastico a 18 anni, abbiamo  bisogno di fare asili, il diritto alla formazione deve essere  permanente e fondamentale. Siamo di fronte alla necessità di  progettare questo cambiamento, investire in risorse andando verso la  strada della stabilizzazione, perché nella scuola c’è troppa  precarizzazione”, ha detto.

Quello della scuola, ha spiegato riferendosi allo scontro con il ministro Azzolina sui sindacati, “è un problema per il  quale non vanno cercati polemica e caprio espiatorio. Serve rispondere al Paese con la riapertura delle scuole e la gestione di una  situazione difficile”, ha detto ancora Landini ribadendo come ci si
trovi davanti a “una situazione inedita, complicata, con ritardi che  non devono essere addebitati solo a questo governo ma anche a quelli  passati. Serve affrontare i temi e avere meno timore – ha proseguito Landini – ma anche coinvolgere i lavoratori e investire  sull’intelligenza delle persone che lavorano e che hanno a cuore la  riapertura”, ha detto ancora.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia