Ritorno in classe, l’affondo di Giavazzi: “Le scuole aperte a luglio e di pomeriggio, invece di perdere tempo”

Sul Corriere della Sera, nuovo editoriale dell’economista Francesco Giavazzi sul ritorno in classe. Giavazzi si chiede di cosa abbia più bisogno la scuola ad oggi.

“Non avrebbe piuttosto bisogno di scuole aperte il pomeriggio, e magari anche in luglio e di ricominciare le lezioni già oggi, anziché perdere altre due settimane (tre in alcune regioni)?”.

Poi l’affondo sull’alternanza scuola-lavoro: “Per ridurre gli abbandoni nelle scuole superiori era stata introdotta nel 2017 l’alternanza scuola-lavoro: l’anno successivo il governo giallo-verde la ridusse
drasticamente perché dava fastidio agli insegnanti, aggiungendo compiti che non consentivano loro di
limitarsi a ripetere anno dopo anno il medesimo programma”.

E poi: “Servono scuole e progetti di formazione che facilitino questa riallocazione. Altrimenti fra un anno assisteremo a un’esplosione della disoccupazione”.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia