Ritorno in classe, la Toscana chiede 6mila assunzioni in più. Azzolina: “A lavoro per dare più personale alle scuole”

Stampa

La Toscana si prepara alla riapertura delle scuole a settembre. E per far fronte alle disposizioni anti-Covid i territori chiedono più di 6.000 assunzioni fra insegnanti e dipendenti amministrativi.

Secondo le istituzioni locali servirebbero quasi 3.600 insegnanti e oltre 3.100 dipendenti Ata in più per il nuovo anno scolastico.

“C’è stato un lavoro enorme che gli  enti locali hanno fatto sugli spazi. Mio compito sarà dare ovviamente  più organico alla Toscana così come anche alle altre regioni che lo  hanno chiesto”, afferma la ministra.

“I problemi sono sempre stati questi – ha proseguito Azzolina – Allora
partiamo da un presupposto dopo anni di tagli alla scuola, dove i  problemi di edilizia scolastica c’erano da prima, non è che sono nati  con il coronavirus, nel momento in cui si stabilisce con il comitato  tecnico-scientifico che deve essere mantenuto un metro di  distanziamento, noi a quel a quel metro di distanziamento dovevamo  dare una risposta, con spazi nuovi,  facendo degli interventi di edilizia scolastica leggera all’interno degli spazi scolastici che già abbiamo, e in più l’organico”.

“Queste sono le risposte che noi stiamo dando alle famiglie e ai nostri studenti alle nostre studentesse per ripartire il 14 di settembre – continua Azzolina – Noi stiamo già costruendo al Ministero dell’Istruzione il decreto per ripartire l’organico a tutte  le regioni d’Italia”.

Poi annuncia: “Sempre per quanto riguarda gli spazi, stamattina ho avuto l’onore di visitare il teatro della Pergola a Firenze, penso che sia bellissimo che gli studenti possano fare didattica in questi luoghi in cui si respira la cultura”.

La ministra ringrazia in proposito la direttrice della Pergola, Monica Guerritore, “che si è spesa molto per questi progetti, e anche ovviamente il Comune di Firenze. A loro va tutto il mio apprezzamento perché questo è un modello che si può replicare anche in altri luoghi e che restituisce ai nostri studenti anche un concetto di bello”.

 

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia