Ritorno in classe, in Uganda si torna in presenza dopo due anni: la chiusura più lunga del mondo. Tanti docenti si sono trovati un altro lavoro

WhatsApp
Telegram

L’Uganda riapre oggi le scuole dopo quasi due anni. La chiusura per il covid, la più lunga del mondo, rischia di avere un impatto gravissimo su una “generazione perduta” di ragazzi.

Malgrado dal marzo 2020 le lezioni siano proseguite a distanza tramite radio, televisione e Internet, si ritiene che circa la metà dei 10,4 milioni di studenti abbia smesso di studiare, riferisce un’agenzia governativa.

Oggi, scrive il New York Times, si teme che circa un terzo dei ragazzi non tornerà sui banchi: molti si sono messi a lavorare per aiutare i genitori colpiti dalle conseguenze economiche della pandemie, ma vi sono anche ragazze diventate nel frattempo madri.

Migliaia di scuole in difficoltà economiche non riprenderanno le lezioni e tanti insegnanti si sono trovati un altro impiego. Nel paese africano solo la scuola elementare è gratuita e obbligatoria, dopo bisogna pagare una retta che tanti non possono più permettersi.

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito