Ritorno in classe, in Piemonte superiori al 70%. L’Usr: “Cari presidi, siate un esempio, la Repubblica vi sarà riconoscente”

Stampa

”Consapevole della complessità cui siete chiamati, ancor più dirompente se si considera l’attuale periodo finale dell’anno scolastico, sono certo che le vostre scelte organizzative continueranno ad essere ispirate dalla ragionata analisi delle priorità didattiche proprie delle vostre comunità educanti e dalla capacità tecnica e senso di responsabilità che vi hanno sempre contraddistinto nel contenimento del rischio di contagio”.

Così il direttore dell’Ufficio scolastico regionale del Piemonte, Fabrizio Manca, nella circolare in cui si comunica che in vista delle riaperture di lunedì prossimo in cui si precisa che ”valutati tutti gli impatti delle nuove previsioni normative sul sistema scolastico e dei trasporti” si è deciso di ”avviare il potenziamento della presenza degli studenti nelle aule fissando, in via precauzionale, il limite di frequenza del 70%” .

Nella circolare, poi, si sottolinea che ‘‘nel rispetto delle scelte organizzative delle istituzioni scolastiche, che sono e restano autonome, nonché dipendenti dalle esigenze degli specifici contesti e dalle necessità di applicare i protocolli di sicurezza già adottati con encomiabile capacità, sarebbe preferibile, nella selezione delle priorità, dare preferenza tendenzialmente alla frequenza in presenza al 100% della classi quinte, in vista dell’esame di maturità e possibilmente delle prime, per permettere agli studenti che hanno iniziato il ciclo di consolidare gli apprendimenti e ridurre i disagi eventualmente determinati dalla didattica a distanza, nonostante il significativo impegno professionale degli insegnanti”.

”Cari dirigenti scolastici – conclude Manca – dall’inizio di questa pandemia avete tenuto aperte le scuole, l’attività didattica non si è mai interrotta, siete stati il presidio di quel bene fondamentale di ogni comunità rappresentato dal diritto all’istruzione; voi, insieme a tutte le professionalità delle vostre scuole, siete un esempio e la Repubblica vi è riconoscente”.

NOTA USR

Piemonte, dal 26 aprile superiori al 70%. Anief: decisione rischiosa, già oggi ci sono docenti che fanno lezione sulla soglia dell’aula

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur