Ritorno in classe, in Lombardia oltre un milione di test rapidi per la scuola

Print Friendly and PDF

In Lombardia sono in arrivo 1,2 milioni di test rapidi per il Covid che serviranno per “la ripresa della scuola” e “per le categorie a rischio come medici e infermieri”.

L’assessore al Welfare Giulio Gallera lo ha spiegato in due interviste alla Provincia di Como e all’Eco di Bergamo in cui ha parlato anche della quarantena se si verificano casi di Coronavirus a scuola.

“Scatta – ha sottolineato – per i contatti diretti (familiari e compagni di classe) quando c’è un caso positivo conclamato. Cioè non basta l’automatismo febbre o qualche sintomo uguale Covid, serve la valutazione del pediatra e soprattutto del tampone”.

Nel frattempo comunque sono in arrivo anche i test rapidi per cui la Lombardia ha costruito una gara con altre Regioni come Emilia-Romagna e Veneto.

Si tratta di “strumenti utili” secondo Gallera anche se “l’affidabilità del test è ancora piuttosto bassa, è l’85%”.

Nel frattempo la campagna per il vaccino antinfluenzale partirà “dalla seconda metà d’ottobre – ha aggiunto – partendo dai soggetti più fragili: donne incinte, immunodepressi, anziani delle rsa, over 65 e bambini”.

Print Friendly and PDF

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia