Ritorno in classe, in arrivo nota ministeriale per gli studenti fragili: “Hanno diritto alla didattica a distanza”

Dopo quella sui lavoratori fragili, è in arrivo, secondo indiscrezioni, anche una nota ministeriale sugli studenti con fragilità. Secondo quanto segnala l’AGI, pare che il Ministero, con il documento, ribadisca il diritto alla didattica a distanza.

“La condizione di fragilità va valutata e certificata dal pediatra o dal medico di medicina generale in raccordo con il Dipartimento di prevenzione territoriale, deve essere tempestivamente comunicata dalla famiglia dell’alunno all’istituzione scolastica”.  

In caso di comprovata impossibilità di fruizione di lezioni in presenza, “gli alunni fragili beneficiano di forme di didattica digitale integrata ovvero di ulteriori strumenti complementari a tutela del diritto allo studio predisposti dall’istituzione scolastica”.

Non tutte le disabilità sono considerate a rischio: “Nel caso di alunni con disabilità non associata ad una comprovata condizione di fragilità, viene comunque privilegiata la didattica in presenza”.

Non ci sono automatismi, ma come per gli insegnanti tutte le situazioni devono essere certificate.

Lavoratori fragili, ecco la nota del Ministero. Con modulo per richiesta

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia