Ritorno in classe, il vice ministro Sileri: “Il virus rialzerà la testa, ma quadro diverso rispetto a marzo”

Stampa

“La scuola riaprirà e la sua ripresa è fondamentale. È stata chiusa, come tutto il resto nel lockdown, per mettere in sicurezza la Nazione ma a settembre ci sarà la ripartenza e dobbiamo monitorare”.

A parlare è il viceministro della Salute, Pierpaolo Sileri. “Molti si preoccupano di un’eventuale seconda ondata. È possibile che il virus rialzi la testa ma vedo molto difficile che ci possa essere una seconda ondata come la prima che abbiamo vissuto tra febbraio e marzo con mille morti al giorno. Nessuno – ha proseguito – sa che cosa accadrà esattamente fra tre mesi ma se le cose continuano così dovrebbe andare tutto bene. La nostra sicurezza – ha concluso il viceministro – la sicurezza non solo della scuola ma anche degli uffici, degli ospedali passa attraverso l’opera di screening e un uso spregiudicato dei tamponi”.

Stampa

Eurosofia, scopri un modo nuovo e creativo per approcciarti all’arte: “Il metodo del diario visivo” ideato da Federica Ciribì