Ritorno in classe, il Veneto dice no alla mascherina: “Tenerla durante le lezioni è una tortura”

Si ritornerà in classe a partire dal 14 settembre. Mercoledì 19 agosto il CTS ha ribadito l’orientamento delle ultime settimane: mascherina in classe per i bimbi dai 6 anni in su. Non tutti, però, sono d’accordo.

Così come segnala La Repubblica, Elena Donazzan, assessore all’istruzione della regione Veneto, ha una sola certezza: “Tenere la mascherina durante le lezioni è una tortura. Noi siamo fortemente contrari e faremo di tutto perché questa non sia una regola per i nostri ragazzi”.

E poi: “La mascherina, in caso, servirà durante la ricreazione o nei momenti di assembramento, come può essere l’ingresso o l’uscita da scuola, ma non è pensabile di imporla durante l’arco delle lezioni. Per una presunta tutela della salute rischiamo di fare danni ancora peggiori alla salute stessa. Siamo tutti d’accordo, anche il presidente Luca Zaia”.

LEGGI ANCHE

Ritorno in classe, Miozzo (CTS): “Distanziamento e mascherine, scordiamoci deroghe all’italiana”

Docenti neoassunti, formazione su didattica digitale integrata. Scegli il corso ideato da Eurosofia per acquisire le nuove, indispensabili competenze