Ritorno in classe, il piano di Crisanti: “Misurare la temperatura a scuola e obbligo di vaccino”

Il virologo Andrea Crisanti, professore di Microbiologia all’Università di Padova, ha illustrato il suo piano per il ritorno in classe nel corso della serata del The Post Internazione Fest.

“Misurare la temperatura a scuola con termometri standardizzati in tutte le scuole, rendere obbligatorio il vaccino contro l’influenza, mettere i presidi nelle condizioni di non essere denunciati e dare ai dirigenti scolastici la possibilità d’interdire l’accesso a scuola ai bambini che risiedono in aree dove ci sono focolai”. 

Poi Crisanti argomenta punto per punto il suo piano:

  1.  “Bisogna misurare la temperatura: se ci vogliamo credere e crediamo sia importante misurarla, bisogna farlo a scuola con strumenti uguali in tutte le scuole, altrimenti avremo 10 milioni di mamme che misurano la temperatura con termometri diversi, e non è una cosa seria”.
  2. Bisogna che gli studenti facciano la vaccinazione per l’influenza, perché a ottobre novembre o dicembre non vogliamo si crei una situazione caotica”
  3. Bisogna poi mettere i presidi nelle condizioni di non essere denunciati, prendere un atto di corresponsabilità con i genitori: si devono rendere conto che a scuola c’è un rischio aumentato e accettarlo”
  4. “Infine, bisogna dare ai dirigenti scolastici la possibilità interdire accesso a scuola a bambini che risiedono in aree dove esistono i focolai”.

Didattica a distanza, 9 corsi con iscrizione e fruizione contenuti gratuite