Ritorno in classe, il governo rassicura: si torna in classe il 14 settembre. I banchi anti-Covid li produrranno aziende straniere

La questione dei banchi singoli è al centro della polemica politica con la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, che ha più volte rassicurato sull’argomento.

Secondo quanto segnala Huffington Post, il governo è addirittura “certo” di poter riaprire le scuole a settembre con i banchi di nuova generazione. A produrre i banchi anti-Covid saranno le aziende straniere.

Infatti la gara per reperire milioni di arredi scolastici è europea e non limitata ai confini italiani. Il 30 luglio scade il bando, contratti da sottoscrivere entro il 7 agosto con consegna di banchi e sedie entro il 31 agosto. Un’impresa da Guinness dei primati o quasi.

La richiesta del bando in termini quantitativi è di 3 milioni di banchi monoposto, a fronte del fabbisogno espresso dalle scuole e quindi dai presidi, di 2,4 milioni di pezzi, di cui 2 milioni di banchi e 400.000 di sedute innovative.

Ritorno in classe, il Veneto contro Azzolina: “Banchi con rotelle pericolosi. Su assunzioni docenti è caos più totale”

Rientro a scuola con nuovi banchi, Assufficio: grave pericolo che bando vada deserto [INTERVISTA]

Il Bando e gli allegati:
​​​​​​​

Avviso del 20 luglio 2020
Allegato 1 – Guida all’utilizzo del sistema telematico
Allegato 2 – Specifiche Tecniche
Allegato 3 – Domanda di partecipazione
Allegato 4 – Forma di partecipazione
Allegato 5 – Condizioni Specifiche di Contratto

Leggi anche

Ritorno in classe, i presidi chiedono 2 milioni di banchi singoli tradizionali e solo 400.000 innovativi

Ritorno in classe, ecco il bando europeo per tre milioni di banchi singoli

Ritorno in classe, tre milioni di banchi singoli pronti per settembre? Impossibile, la denuncia di Assodidattica [INTERVISTA]

Acquisto banchi monoposto: ecco dimensioni e modelli per ogni scuola, ci sono anche quelli multifunzionali. Guida

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia