Ritorno in classe, i pediatri avvertono: “In autunno serviranno almeno 30 milioni di tamponi”

Stampa

Le tre azioni strategiche suggerite dalla Società italiana di Pediatria Preventiva e Sociale (SIPPS) per evitare una recrudescenza della pandemia nei mesi autunnali.

Rafforzare la medicina territoriale, aumentando il personale, preparando almeno 30 milioni di tamponi per l’autunno e predisponendo corridoi alternativi per il triage iniziale.

“Il lockdown – dice Giuseppe Di Mauro, presidente della SIPPS -, che è comunque servito a impedire che il virus si diffondesse nelle regioni del Centro-Sud, non sarebbe una strategia applicabile in una eventuale seconda fase epidemica. C’e’ la necessità di predisporre efficaci misure di controllo dei contagi individuando tempestivamente i portatori del virus, sintomatici e asintomatici, nonché risalire e controllare tutti i loro contatti e isolarli per il tempo necessario. Questo al fine di consentire alla maggioranza della popolazione non infetta di condurre una vita prudentemente normale, salvaguardando le attività scolastiche, produttive e sociali”.

Stampa

Didattica digitale integrata. Eurosofia ha creato un innovativo ciclo formativo per acquisire le competenze specifiche