Ritorno in classe, genitori “negazionisti” chiedono la riapertura delle scuole senza seguire le linee guida

Una serie di diffide sono giunte a dirigenti scolastici da parte di genitori scettici sul Coronavirus, ispirandosi a movimenti negazionisti, che chiedono la riapertura delle classi senza seguire alcuna linea guida ministeriale di contenimento del Covid-19. 

Così all’AGI il  presidente dell’associazione nazionale Presidi, Antonello Giannelli, precisando che si tratta di diffide giunte a dirigenti scolastici in tutta Italia, ma che è comunque un numero esiguo.

“Con le diffide – ha spiegato Giannelli – vogliono che ci sia una riapertura delle scuole senza il rispetto del distanziamento tra gli alunni perché ciò nuocerebbe allo sviluppo del bambino, sono contrari anche ad altri provvedimenti e ipotesi ministeriali per la riapertura come la sala di attesa dove portare i casi sospetti”. 

Genitori diffidano i presidi all’utilizzo delle mascherine in classe. M5S: “Assurdo, basta sfascismo”

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia