Ritorno in classe, Gelmini: “Le critiche alla Azzolina erano inevitabili. Non oso immaginare cosa sarebbe accaduto se al governo ci fosse stato il centrodestra”

“Le critiche alla Azzolina erano inevitabili. Non oso immaginare cosa sarebbe accaduto se al governo ci fosse stato il centrodestra. Il dossier riapertura scuole è stato  gestito con grande superficialità, e la responsabilità non è solo del  ministro dell’Istruzione, ma dell’intero esecutivo”.

Così Mariastella Gelmini, capogruppo di Forza Italia alla Camera dei  deputati, intervenendo a ‘Start’, su SkyTg24.

“L’avvio dell’anno scolastico doveva essere la prima prova di resilienza, un fatto simbolico di straordinario valore per il Paese.  Sappiamo tutti come ci siamo arrivati: senza i termo scanner, senza i  banchi, senza aver reso obbligatori i test sierologici per i docenti,  con i concorsi banditi per ottobre, senza tantissimi insegnanti di  sostegno. Se questo anno scolastico inizia noi non dobbiamo ringraziare il governo, ma il personale scolastico”, ha aggiunto

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia