Ritorno in classe, Gelmini (Forza Italia): “Il 14 settembre rischia di essere giorno nero per il Paese”

Stampa

L’ex ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini, attuale capogruppo di Forza Italia alla Camera dei Deputati, in una nota, attacca la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina.

“La conclamata incapacità dell’esecutivo di assicurare una ordinata e sicura riapertura dell’anno scolastico conferma che per il bene del Paese e dei nostri figli il governo Conte deve andare a casa”, afferma.

“Non è solo una questione che riguarda il ministero della pubblica istruzione: il caos regna sovrano anche per ciò che  attiene la mobilità e i trasporti, le misure di protezione  individuale, i test sierologici per il personale scolastico, i presidi sanitari nelle scuole, le aule da reperire, le mense, i rapporti con  le Regioni”, continua Gelmini.

“Il 14 settembre rischia di essere un giorno nero per il Paese: sarebbe una catastrofe e un problema enorme per le famiglie italiane. Nell’emergenza affidiamo alle regioni la gestione della  crisi: sapranno certamente fare meglio del governo Conte'”, conclude.

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur