Ritorno in classe, Gelmini all’attacco: “Ufficializzata la crisi, Azzolina ‘commissariata’ da Conte”

Stampa

Arrivano le reazioni politiche dopo il vertice sulla scuola di lunedì pomeriggio a Palazzo Chigi. I quotidiani di oggi raccontano delle parole del premier Giuseppe Conte che pare si sia intestato il coordinamento delle ultime due settimane prima dell’inizio della scuola.

Secondo la capogruppo di Forza Italia, Mariastella Gelmini, ex ministra dell’Istruzione, la scelta di Conte rappresenta un commissariamento della ministra Azzolina: “Con la riunione d’emergenza convocata ieri e con i dossier ancora tutti aperti il premier Conte ha  ufficializzato la crisi scuola in vista della riapertura di settembre. La Azzolina è stata di fatto commissariata da Palazzo Chigi – meglio  tardi che mai – e le prossime decisioni saranno prese direttamente dal presidente del Consiglio”.

E poi: “Il governo ha fatto perdere al Paese tempo preziosissimo, adesso è una corsa disperata per rimediare agli errori fatti. Mancano ancora  tantissime aule, i banchi a rotelle arriveranno solo tra qualche mese, il trasporto pubblico locale è nel caos. Studenti e famiglie dovranno pagare ancora una volta l’inadeguatezza di questo esecutivo”.

Leggi anche

Ritorno in classe, la Regione Campania tira dritto: la temperatura va misurata a scuola, compriamo i termoscanner

Ritorno in classe, nessuna deroga al distanziamento all’interno degli scuolabus: obbligo di mascherina

Ritorno in classe, Toti (Liguria): “Ignobile scaricabarile del governo. Andiamo verso l’ennesimo tragico fallimento”

Ritorno in classe, vertice a Palazzo Chigi con Conte, Azzolina e Arcuri. Il resoconto

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur