Ritorno in classe, Galli: “La temperatura va misurata a casa e a scuola”. E Pittoni: “Scaricabarile della ministra Azzolina”

L’infettivologo dell’Ospedale Sacco di Milano, il professore Massimo Galli, durante il suo intervento a Omnibus, su La 7, ha parlato del rientro in classe e della misurazione della temperatura

“Misurarla solo a casa è una misura insufficiente, non funziona. Se vogliamo che abbia un significato bisogna farlo a scuola. Quanti termometri ci sono, quante tarature e indicazioni diverse, così si crea solo confusione”. E poi: “Altro che banchi singoli, va ripristinata una presenza sanitaria a scuola”.

Su questo argomento interviene il senatore della Lega, Mario Pittoni: “Lo scaricabarile del ministro Azzolina sull’emergenza Covid-19 coinvolge anche le famiglie, che – nonostante perplessità degli infettivologi – avranno la responsabilità di misurare la febbre ai figli, si suppone al momento di uscire di casa. Ci chiediamo: gli alunni dovranno presentarsi con l’attestazione della misurazione giornaliera? E chi la firmerà nel caso di genitori assenti per motivi di lavoro? O si può intendere che la febbre è misurabile anche alle 6 del mattino se pure lo studente arriva a scuola alle 8.30? Non era più semplice misurarla all’ingresso dell’Istituto usufruendo (e integrando le varie competenze) di collaboratori scolastici, volontari della protezione civile e altre figure professionali che possono corrispondere alla semplice ma fondamentale esigenza di prevenzione sanitaria?”.

Leggi anche

Ritorno in classe, si avvicina la data di rientro: sarà una settimana chiave. Gli appuntamenti

Dal 24 agosto help desk per le scuole

Parte un help desk dedicato interamente alla ripresa a cui le scuole potranno rivolgersi in caso di dubbi e quesiti attivo dal lunedì al sabato, dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Test sierologici personale scolastico

La somministrazione è già stata avviata.  Sottoporsi al test è facoltativo. Tutte le modalità e le info per regione

La lettera del Commissario Arcuri al personale scolastico

L’assenza del personale scuola in caso di test sierologico positivo sarà assimilata alla quarantena, con le tutele del caso. Ordinanza

Documento per la gestione dei casi e focolai di Covid – 19 nelle scuole

Documento dell’Istituto superiore di sanità, realizzato grazie a una larga collaborazione istituzionale che ha visto coinvolto anche il Ministero dell’Istruzione, con le regole per la gestione di casi e focolai di Covid-19 nelle scuole. Scarica testo in PDF

Se uno studente presenta sintomi COVIDle istruzioni operative in 15 punti

Cosa succede se a presentare i sintomi è un insegnante Leggi tutto

Non basta un singolo caso per chiudere scuola.  LAsl “valuterà di  prescrivere la quarantena a tutti gli studenti della stessa classe e agli eventuali operatori scolastici esposti che si configurino come contatti stretti (le ultime 48 ore).
Indicazioni ISS

Studente che si ammala di COVID a scuola è come vittima di infortunio, ecco perché i Dirigenti protestano

Nota di precisazioni del Ministero su responsabilità Dirigenti Scolastici

Il referente Covid-19

Ad ogni scuola verrà chiesto di nominare un referente Covid-19, che farà da anello di congiunzione con le Asl e verrà formato sulle procedure da seguire. Al referente saranno segnalati i casi di alunni sintomatici. Inoltre, il suo compito sarà quello di controllare eventuali “assenze elevate” (sopra al 40%) di studenti in una singola classe.

Lavoratori fragili

Il concetto di fragilità va individuato – afferma il documento per la gestione dei casi e focolai di Covid – 19 nelle scuole – nelle condizioni dello stato di salute del lavoratore rispetto alle patologie preesistenti (due o più patologie) che potrebbero determinare, in caso di infezione, un esito più grave o infausto, anche rispetto al rischio di esposizione a contagio. Come intervenire

Docenti e ATA in più

E’ prevista una dotazione organica aggiuntiva, fino a 50mila docenti e ATA per gestire l’emergenza. Si tratta di un organico che la Ministra ha definito “il personale Covid”

Ordinanza del Ministero dell’istruzione che disciplina le assunzioni di personale docente e ATA aggiuntivo esclusivamente per l’anno scolastico 2020/21.Viene data priorità sia per il personale docente che ATA alla scuola dell’infanzia e del primo ciclo, con particolare riferimento alla scuola primaria. I posti hanno decorrenza giuridica ed economica dalla data di inizio delle lezioni o dalla effettiva presa di servizio e fino al termine delle lezioni. In caso di sospensione delle attività didattiche in presenza, i contratti di lavoro attivati si intendono risolti per giusta causa, senza diritto ad alcun indennizzoLeggi l’ordinanza

Docenti e ATA sostituiti dal primo giorno di assenza

I nuovi banchi

I banchi nuovi verranno forniti da 11 aziende, 7 italiane e 4 straniere, provenienti dall’Ue. A settembre arriveranno i primi, poi inizio ottobre ne arriveranno altri, infine entro fine ottobre arriveranno tutti quelli richiesti. I criteri di distribuzione

Protocollo sicurezza

Il Ministero dell’Istruzione e i sindacati (tranne Gilda) hanno sottoscritto un protocollo di sicurezza per garantire l’avvio dell’anno scolastico. Testo definitivo

Ecco cosa prevede per la pulizia delle aule –

Linee Guida

Presentate dal Ministero dell’istruzione il 26 giugno scorso, rappresentano la base di partenza per l’organizzazione scolastica dell’anno 2020/21.

Linee guida NAZIONALI

Linee guida 0-6 anni Il documento

Linee guida regionali

Linee guida EMILIA ROMAGNA

Linee guida LAZIO

Linee guida SICILIA

Linee guida VENETO

Linee guida trasporto scolastico

Scarica il testo

La didattica

Bonus 500 euro, prorogata fino al 31 agosto possibilità di acquistare dispositivi per la didattica a distanza

Didattica a distanza, le scuole realizzeranno piano per la didattica digitale integrata. Indicazioni MI

Linee guida per la didattica digitale integrata

Scarica il documento

La didattica digitale potrà essere utilizzata in modo complementare e integrato solo nella scuola secondaria di secondo grado. Solo in caso di una nuova sospensione delle attività in presenza, dovuta a motivi emergenziali, si renderà necessario il ricorso alla Didattica digitale integrata per tutti gli altri gradi di scuola.

Il ruolo del Collegio dei docenti

Le scuole si doteranno di un Regolamento per la didattica digitale integrata Modelli per scuola secondaria di II grado e istituto comprensivo

Cosa accade con l’orario dei docenti. Tutte le info

Firma registro elettronico: sì o no?

Libri gratis e dispositivi digitali  saranno forniti direttamente dalle scuole, a settembre. La regione con il più alto numero di studenti che avranno la fornitura gratis è la Campania con 74.434, seguita dalla Sicilia con 61.184, dalla Lombardia con 51.076, dalla Puglia con  45.920 e dalla Regione Lazio con 28.906 studenti. Tutti i dati per regione

Da settembre 2020 la nuova Educazione Civica

Decreto e Linee Guida Ministero

Aggiornamento PTOF, chi fa cosa, formazione, valutazione. Le nostre FaQ

Patto educativo corresponsabilità con le famiglie Scarica modello

Come insegnarla: tutte le aree di formazione

Rientriamo a scuola

Pagina del Ministero con tutte le info utili. Vai alla pagina

 

Preparazione concorsi, TFA e punteggio in graduatoria con CFIScuola!