Ritorno in classe, Galli: “Avrei aspettato il 1° ottobre per riaprire. In classe test rapidi dalla saliva”

Stampa

In un’intervista al quotidiano “Il Messaggero”; il primario di Malattie infettive all’ospedale Sacco di Milano, Massimo Galli, parla dell’emergenza coronavirus e del ritorno in classe.

Per Galli la priorità resta la riapertura delle scuole, un punto essenziale secondo Galli che avrebbe preferito aspettare il 1 ottobre per tornare in classe, anziché metà settembre con le elezioni nel mezzo: “Valeva la pena aspettare. Certo la preoccupazione resta anche per studenti e docenti, considerando che a scuola: è difficilissimo ottenere il distanziamento. E le incognite aumentano con l’arrivo dell’autunno e dei malanni di stagione”.

“Avremo problemi – dice Galli – quando cominceranno a esserci tutte le infezioni alle vie respiratorie, non mi è chiaro cosa succederà nelle varie regioni per il vaccino anti-influenzale rivolto a bambini e ragazzi”.

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur