Ritorno in classe, Gallera (Lombardia): “La scuola va riaperta, stiamo facendo di tutto per farlo in piena sicurezza”

Stampa

“Lavoriamo per riaprire le scuole il 7 gennaio, come previsto per le zone gialle. A questo scopo abbiamo acquistato 3 milioni test antigenici rapidi per essere tempestivi nell’individuare i ragazzi con i sintomi e abbiamo aumentato, anche grazie alla collaborazione con l’Esercito, i posti in cui, individuato un alunno positivo, i compagni di classe possono andare a fare il test con accesso diretto”.

A spiegarlo è stato Giulio Gallera, assessore al Welfare della regione Lombardia, intervenendo al Forum Risk Management di Arezzo.

Inoltre, ha precisato, “stiamo lavorando per scaglionare le entrate tra le 8 e le 10 così da diluire gli ingressi e le uscite. E stiamo lavorando per ampliare il parco mezzi”. Infine “abbiamo emanato linee guida per i pediatri di libera scelta per aiutarli a capire quando è e quando non è necessario sottoporre i bambini e i ragazzi al tampone”.

 “La scuola – ha concluso Gallera – è un elemento importante va riaperta e stiamo facendo di tutto affinché questo possa avvenire in sicurezza, e quindi puntando “sulla tempestività nel bloccare la trasmissione e nell’individuare le catene contagio”.

TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE

DIRETTA | Italia zona rossa, oggi la decisione. Alle 9.30 riunione Conte e capi delegazione. Tutti gli aggiornamenti

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur