Ritorno in classe, Fedriga: “Anche a noi piacerebbe aprire le scuole al 100%, però ci sono dei limiti fisici insuperabili”

Stampa

”Anche a noi piacerebbe aprire le scuole al 100%, anche ai prefetti piacerebbe farlo, però ci sono dei limiti fisici insuperabili”.

Così a Buongiorno, su Sky Tg24, Massimiliano Fedriga, presidente della Conferenza delle Regioni e presidente della Regione Friuli Venezia Giulia.

“Il numero di mezzi e alcune strutture scolastiche impediscono con queste regole, ovvero il riempimento dei trasporti al 50% e il distanziamento previsto negli istituti, di aprire al 100%. È una posizione che guarda alla realtà. Dopo di che ci saranno regioni che raggiungeranno il 75 o il 100%, credo nessuna, perché è tecnicamente impossibile, e altre che purtroppo non ce la faranno, non per cattiva volontà ma per conformazione o numero di mezzi”. 

”L’abbiamo fatto presente – ha detto – e avevamo raggiunto questa intesa, non solo le Regioni, ma anche Province e Comuni, col Governo, trovando questa forchetta tra 70 e 100, poi in Consiglio dei Ministri è stata cambiata. Questo ci ha fatto rimanere male, perché ci sta cambiare idea, però allora si riconvocano coloro coi quali si è preso
un accordo e si decide insieme come modificare. Per questo abbiamo voluto sottolineare questa criticità”.

Stampa

Il 28 maggio partecipa alla Tavola rotonda “Memoria e legalità. Giovani e scuola in cammino per non dimenticare”