Ritorno in classe, ecco cosa si deve fare a scuola in caso di contagio. Il parere del Cts

Stampa
mascherina coronavirus studente

La riapertura delle scuole è al centro del dibattito politico e non solo. Ecco le prime risposte del Comitato Tecnico Scientifico ai quesiti ministeriali.

Cosa succede qualora uno studente, un docente o un Ata abbia i sintomi riconducibili al Covid-19?

Il Cts sottolinea che la persona interessata dovrà essere immediatamente isolata e dotata di mascherina chirurgica e si dovrà provvedere al ritorno al proprio domicilio per poi seguire il percorso già previsto per la gestione di qualsiasi caso sospetto. La presenza di un caso confermato necessiterà l’attivazione da parte della scuola di un monitoraggio attento da avviare in stretto raccordo con il Dipartimento di prevenzione locale. Gli esercenti la patria potestà, in caso di studenti positivi, si raccorderanno con il medico di medicina generale o pediatria di libera scelta.

Ritorno in classe: mascherine, distanziamento e medico scolastico. Il Cts risponde. SCARICA PDF

Leggi anche

Ritorno in classe, parla Miozzo (Cts): ecco cosa faremo in caso di contagio a scuola

Azzolina: sì a test sierologici per tutto il personale scolastico. Il ministero della Salute è già a lavoro

Ritorno in classe, Azzolina: in arrivo specifico protocollo di sicurezza per la riapertura

Azzolina: al via formazione del personale scolastico su digitale. Presto linee guida su Dad

Ritorno in classe: ecco quando dovrà essere indossata la mascherina

Stampa

Graduatorie terza fascia ATA: incrementa il punteggio con le offerte Mnemosine, Ente accreditato Miur