Ritorno in classe, De Luca spiega: “Nostre misure ragionevoli. Ho la sensazione che saremo tutti nella stessa condizione…”

WhatsApp
Telegram

”Non abbiamo chiuso proprio niente. Al di là di ideologismi e parole al vento, il motivo del contendere è solo questo: Dad per tre settimane per le medie e le elementari, per consentire una più vasta vaccinazione infantile e per scavallare il picco di contagi previsto per gennaio. E tutto questo accogliendo richieste pressanti di centinaia di presidi, di sindaci e di dirigenti sanitari. Le pare che ci sia motivo per fare crociate da parte del governo? Le nostre sono solo misure ragionevoli”

Vincenzo De Luca chiarisce in un’intervista a La Repubblica il contenuto della propria ordinanza, illegittima, secondo il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi. ”Noi riteniamo di muoverci su un piano di piena legittimità – ribadisce il presidente della Regione Campania – Siamo in una situazione di straordinaria e drammatica emergenza, che solo il governo non vede. La cosa davvero scandalosa è che il governo non ha riunito il Comitato tecnico scientifico come chiesto da tutte le Regioni, per avere una base sanitaria oggettiva e autorevole su cui fondare le decisioni. La nostra ordinanza invece, è conseguente alle valutazioni della nostra Unità di crisi e di tutti i dirigenti sanitari, sul piano epidemiologico e vaccinale”.

”Consegniamo al Tar i dati oggettivi che motivano la gravità della situazione – prosegue De Luca – Rt a 1,78; impossibilità concreta di tracciamenti, esaurimento dei posti letto pediatrici, e vaccinati sotto i 12 anni al 15%. Dobbiamo aspettare le tragedie per decidere misure di prevenzione minima, del tutto proporzionate e che non coinvolgono gli istituti superiori, con tassi di vaccinazione più elevati? C’è chi guarda in faccia la realtà e chi è interessato a ‘fare finta’. Noi pubblicheremo subito dopo le motivazioni fornite al Tar. Noi abbiamo la popolazione più giovane d’Italia, una densità abitativa e una struttura sanitaria che ci obbligano alla prudenza. Ma ho la sensazione che tra qualche giorno saremo tutti nella stessa condizione”.

Ritorno in classe, stop alle lezioni in presenza in Campania per infanzia, primaria e media fino al 29 gennaio: De Luca firma Ordinanza, ma il governo la impugnerà

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito