Ritorno in classe, D’Ambrosio: “La ventilazione funziona. Un contagiato nell’aula ventilata, tutti i compagni negativi”

WhatsApp
Telegram

L’importanza della ventilazione dei locali. Ci sono studi internazionali e nazionali, come segnala La Repubblica, che dimostrano l’importanza della ventilazione forzata nelle aule.

L’aerazione rappresenta un’arma molto efficace nella lotta al virus soprattutto nelle classi affollate. L’unica regione italiana a crederci, attualmente, sono le Marche con l’installazione di impianti di ventilazione meccanica controllata nelle aule: 12 milioni di euro per 170 scuole, 1500 aule e 24mila studenti da proteggere.

Sempre al quotidiano interviene Alfonso D’Ambrosio, preside di Vo’Euganeo: “Tre giorni fa una classe seconda, insediata all’interno di un istituto con ventilazione meccanica, ha fatto il tampone T5 dopo aver convissuto per tre giorni con un compagno positivo. Sono risultati tutti negativi. È accaduto sette volte su sette: un contagiato nell’aula ventilata, tutti i compagni negativi”.

Anche il direttore dell’Ospedale Spallanzani di Roma, Francesco Vaia, è d’accordo: “Bisogna diminuire la concentrazione del virus attraverso la ventilazione meccanica, fino a tre volte più efficace dell’aerazione naturale”.

Una battaglia portata anche dal sottosegretario Rossano Sasso: “I soldi ci sono, ma dobbiamo organizzare meglio la spesa. Bisogna individuare gli incaricati provincia per provincia e installare gli impianti entro il prossimo settembre”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur