Ritorno in classe, Crisanti: “Mascherine da evitare, le misure prese sono troppo passive”

Stampa

“Mascherine in classe da evitare. Più tamponi anche ai ragazzi. Le misure prese sulla scuola sono troppo passive. Davanti all’aumento dei contagi serve un piano di sorveglianza attiva, che riguardi le classi e le comunità di provenienza dei ragazzi”.

Così Andrea Crisanti, professore ordinario di Microbiologia all’Università di Padova “Il passe-partout per convivere con l’epidemia senza cadere in un secondo lockdown” è “passare dagli attuali 60 mila al giorno a 250 mila” tamponi ogni 24 ore, anche per i ragazzi “perché la scuola non diventi un moltiplicatore dei contagi” e mappando “le zone di residenza degli studenti”

Stampa

Didattica digitale integrata. Eurosofia ha creato un innovativo ciclo formativo per acquisire le competenze specifiche