Ritorno in classe, Bianchi: “Tutti i docenti saranno al loro posto. Abbiamo anticipato di due settimane tutte le procedure per ruolo e supplenze”

WhatsApp
Telegram

A Radio 24 interviene il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi: “Alla fine di agosto abbiamo ammorbidito le regole. Ci sono delle indicazioni di massima che tutti dovranno osservare”. Sui sistemi di aerazione afferma: “L’Istituto Superiore di Sanità ha dato delle indicazioni molto chiare. Gli aeratori sono strumenti aggiuntivi. Bisogna ventilare le aule”

Sugli insegnanti: “Abbiamo anticipato di due settimane le procedure, sia per le immissioni in ruolo che per le supplenze.  Allo stato attuale ripartiamo con un anno scolastico in cui non mancano i docenti. Abbiamo 800 mila insegnanti, di questi insegnanti abbiamo fatto 7 procedure di concorso per mettere in ruolo, stiamo andando a consolidare. 150mila insegnanti mancanti? Stiamo chiudendo ultima procedura per 25 mila insegnanti che entreranno in ruolo il prossimo anno. Poi ci sono 91 mila insegnanti di sostegno “in deroga” cioè anno per anno. Tramite gli Uffici Scolastici Regionali mi viene garantito che, tranne eccezioni, gli insegnanti saranno in classe”.

E ancora sulla situazione energetica: “In sede di governo non abbiamo trattato il tema della settimana corta per la questione dei costi dell’energia. Le scuole devono essere le ultime su cui si interviene, poi so che ci sono le autonomie delle scuole, ma è un fatto didattico”.

Sul PNRR: “Non sono preoccupato per il PNRR con il prossimo Parlamento, abbiamo già impegnato le risorse assegnate, abbiamo già realizzato le 6 riforme per la scuola che l’Europa ci chiedeva”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur