Ritorno in classe, non basta un singolo caso di Covid-19 per chiudere una scuola. Indicazioni ISS [PDF]

Ecco le raccomandazioni dell’Istituto Superiore di Sanità in merito alla riapertura della scuola prevista per metà settembre.

“Un singolo caso confermato” di  Covid-19 “in una scuola non dovrebbe determinarne la chiusura, soprattutto se la trasmissione nella comunità non è elevata”.  Questo è quanto si legge nel documento ‘Indicazioni operative per la gestione  di casi e focolai di Sars-CoV-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell’infanzia’, diffuso dall’Istituto superiore di sanità (Iss).

“Se un alunno/operatore scolastico risulta Covid-19 positivo – si  spiega – il Dipartimento di prevenzione” (DdP) dell’Asl “valuterà di  prescrivere la quarantena a tutti gli studenti della stessa classe e agli eventuali operatori scolastici esposti che si configurino come contatti stretti. La chiusura di una scuola o parte della stessa dovrà essere valutata dal DdP in base al numero di casi confermati e di eventuali cluster e del livello di circolazione del virus all’interno  della comunità”.

SCARICA IL PDF 

Inoltre, “il DdP potrà prevedere l’invio di unità mobili per  l’esecuzione di test diagnostici presso la struttura scolastica in base alla necessità di definire eventuale circolazione del virus”.

Ritorno in classe, le regole per emergenza Covid: piani scuola, linee guida, distanziamento. Le info utili

Ritorno in classe, dai test sierologici agli alunni fragili: ecco le FAQ ufficiali del Ministero dell’Istruzione

Ritorno in classe, cosa fare in caso di alunno sintomatico. Indicazioni ufficiali ISS [PDF]

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia