Ritorno in classe, Barbacci (Cisl Scuola): “Nessuna soluzione all’orizzonte, siamo ancora impreparati. Chiediamo incontro urgente al ministro”

WhatsApp
Telegram

“Nessuna soluzione strutturale, né per i trasporti né per gli edifici scolastici ne tantomeno per il personale aggiuntivo: dal ministero silenzio assoluto e i sindacati chiedono un incontro urgente sulle misure da attuare per l’inizio del nuovo anno scolastico”.

Così Ivana Barbacci, segretaria generale della Cisl Scuola all’Adnkronos. L’esponente sindacale sottolinea che “l’avvio del prossimo anno scolastico si presenta con le stesse problematiche che abbiamo affrontato nei due
anni precedenti. Siamo impreparati senza aver imparato nulla dall’esperienza passata”.

“Non sono state adottate soluzioni strutturali a cominciare dai trasporti che rimangono un punto di fragilità in tutti i territori, in tutte le province, – evidenzia Barbacci – per passare poi agli interventi strutturali all’interno degli edifici scolastici dove sarebbero dovuto essere installati impianti di aerazione, necessari per il ricambio dell’aria”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur