Ritorno in classe, Azzolina: “Si ritorna con le stesse ore, ma con più flessibilità”

Lunga intervista al Fatto Quotidiano per la ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina. La titolare del dicastero di Viale Trastevere analizza diversi argomenti di attualità scolastica in vista dell’avvio previsto per il 14 settembre.

”Le scuole stanno lavorando tanto e bene, alcune potrebbero decidere di portare l’unità oraria da 60 a 50 minuti per avere maggior flessibilità organizzativa. Ma quei 10 minuti  vengono recuperati, ‘restituiti’ agli studenti. Il monte orario non  cambia. È una norma già esistente”.

Rientro a scuola, lezioni anche il sabato, moduli da 40 minuti e ingressi scaglionati. Così cambia l’orario scolastico

Per scongiurare gli assembramenti, “non ci saranno stravolgimenti. Le  scuole che avranno necessità di organizzare ingressi scaglionati  terranno conto delle necessità delle famiglie e adotteranno ogni  accorgimento possibile, per esempio impiegando tutti gli ingressi degli istituti. Quanto al recupero a settembre, lo faranno i ragazzi  che ne hanno bisogno ma potrà essere aperto anche agli altri. Decide  il consiglio di classe e sarà normale servizio: a settembre i docenti  sono già a scuola”.

Quella dei ‘banchi high tech’, ”è una scelta che rivendico – afferma  Azzolina -, mette insieme l’obbligo del distanziamento e un investimento che resta alle scuole. Il Cts ha indicato i banchi come possibile soluzione: è un’opportunità, non un’imposizione. Parliamo di banchi di varie tipologie, anche in base alle fasce di età. Non costeranno certo le cifre che ho letto e il bando europeo preparato da Arcuri ridurrà ulteriormente i costi. Nonostante la pandemia – aggiunge – stiamo digitalizzando le graduatorie dei supplenti. Oggi va in pensione un milione di domande cartacee. Poi abbiamo fatto la mobilità, attivato la chiamata veloce per chi vuole cambiare regione e avere prima il ruolo. E bandito 78 mila posti a concorso. Non mi pare  poco. Il governo si è appena impegnato a stanziare altri 300 milioni.  Con le risorse messe da inizio anno potenzieremo l’organico, docenti e personale Ata”.

Graduatorie provinciali e di istituto, domande dal 22 luglio al 6 agosto

Segui il nuovo ciclo formativo Eurosofia: “Educazione civica, cittadinanza attiva e cultura della sostenibilità a scuola”