Ritorno in classe, Azzolina: “Nessuno di noi pensa ad un lockdown nazionale, adesso siamo più preparati

La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, nel corso di una lunga intervista rilasciata al ‘Corriere della Sera’, parla anche del ritorno in classe e delle assunzioni: “Nessuno di noi pensa che si possa tornare a un lockdown generalizzato. Siamo più preparati. E laddove si verificasse qualche caso locale, abbiamo considerato il rischio di chiusura e preparato gli strumenti per affrontare la situazione”.

Sulla mancanza di docenti, Azzolina ribadisce: “Assumeremo a tempo indeterminato circa 97mila persone tra docenti, presidi e Ata. Abbiamo messo tantissime risorse e con i soldi di agosto si può fare ancora di più”. E infine sul mancato dialogo sui sindacati: “Ci sono stati più di 40 confronti sindacali da febbraio ad oggi. Il Ministero, però, parla anche con studenti e famiglie. I concorsi, poi, vanno fatti, i numeri enormi delle iscrizioni confermano che negli anni scorsi se ne sono fatti pochi”.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia