Ritorno in classe, Azzolina: “Concorso è necessario per assunzione. Anche io ho fatto percorso selettivo”

Stampa

La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, interviene a Ponza D’Autore, manifestazione culturale che si tiene, ogni estate, nella città laziale.

La ministra, intervistata da Peter Gomez, direttore del sito de “Il Fatto Quotidiano”, parla della complessa ripartenza dalle attività scolastiche nel rispetto delle norme. Intervisteranno anche il giornalista Andrea Scanzi e Daniele Grassucci, direttore di Skuola.net

“Stiamo risolvendo ogni criticità. Per  mantenere il metro di distanziamento è partita anche una gara  importante del commissario Arcuri per comprare dei banchi. Quei banchi servono. Con i 2,9 miliardi che abbiamo messo sulla ripartenza avremo  molto più organico, sia personale docente sia Ata. Se tutto ciò non  bastasse, stiamo cercando anche altri spazi al di fuori degli edifici  scolastici. Stiamo stipulando un protocollo con il ministro  Franceschini per l’utilizzo di musei, biblioteche, teatri, cinema. Ma  sarà l’extrema ratio. Tante piccole cose per risolvere ogni criticità  e che ci permetteranno di riaprire le scuole il 14 settembre”

“Banchi singoli? Si parla di didattica innovativa, non di gare a rotelle, l’ho detto più volte, bisogna anche cambiare la narrativa su questo. La gara è europea, la scuola è stata violentata negli ultimi anni dai governi passati, non ci sono mai stati veri investimenti. Fateci lavorare, dateci fiducia”

“Avere insegnanti preparati significa avere anche degli studenti migliori. La formazione dei docenti è importantissima e l’abbiamo visto durante il lockdown. Crediamo fortemente nella formazione di tutto il personale. Concorsi? Si svolgeranno tra fine settembre e primi di ottobre. Nel frattempo sono state chieste al Ministero dell’economia e delle finanze 80 mila assunzioni.

“Io credo nel sindacato ma con la S maiuscola, che sia aperto alle innovazioni. I concorsi con una selezione, così come previsto dalla Costituzione, non si può dire di no. Se vuoi insegnare, se ami la scuola, sei disposto a fare un concorso, stiamo rispettando la Costituzione, non ci vedo nulla di strano”.

“I concorsi si faranno tra fine settembre  e inizio ottobre. Le immissioni in ruolo noi quest’estate le facciamo, abbiamo già elementi graduatori concorsuali dalle quali assumere,  quelle del concorso del 2016 le faremo. E abbiamo già le graduatorie  ad esaurimento, ci sono migliaia di persone. Al di là del concorso  nuovo che si farà per i nuovi supplenti, noi abbiamo gente da assumere da vecchi concorsi e graduatorie ad esaurimento. Abbiamo fatto una  richiesta specifica la Mef per 80.000 persone”.

“L’Italia deve smetterla di autodistruggersi, l’erba del vicino non è sempre più verde. Mi è costato tantissimo chiudere le scuole, ma abbiamo salvato vite umane. Tenere le scuole aperte sarebbe stata una follia. Il coronavirus c’è ancora, ci vuole molta precauzione”.

Ponza D'Autore > Persone > Culture > Luoghi

🔴 In diretta da Ponza la prima serata di Ponza D'Autore. "Un'estate italiana " con Giovanni Bastianelli, Roberto Bernabò, Gianluigi Nuzzi e "I migliori anni della nostra vita" con la Ministra Lucia Azzolina di Peter Gomez, Daniele Grassucci di Skuola.net. La nostra rassegna, il libero pensatoio nella sua 12esima edizione live e in digitale. Seguici!

Posted by D'Autore on Friday, July 24, 2020

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia