Ritorno in classe, assessore Lagalla (Sicilia): “Sulla mascherina d’accordo con Zaia, è un ostacolo allo svolgimento delle lezioni” [INTERVISTA]

Stampa

“La mascherina in classe? Sono d’accordo con Zaia e Donazzan, così non va bene”. L’assessore alla Formazione della Regione Siciliana, Roberto Lagalla, a Orizzonte Scuola, parla della gestione del ritorno a scuola per milioni di studenti e docenti previsto a metà settembre.

Sulla mascherina, l’assessore è chiaro: “A me più che un obbligo mi sembra un sacrificio difficilmente perseguibile, tranne in quei casi in cui il distanziamento diventi, temporaneamente, non perseguibile. Mantenere le mascherine in classe, a un metro di distanza, mi pare oggettivamente un eccesso. Non si può pretendere di stare in classe per 5 ore con una mascherina che, come si sa, non è sempre ben tollerata. Mi pare proprio che sia un ostacolo allo svolgimento ordinario delle lezioni. Occorre produrre ogni sforzo per certificare il distanziamento sociale in classe”.

La Sicilia è pronta per la riapertura a metà settembre?

“Come Regione abbiamo avuto un monitoraggio costante con l’ANCI e l’Ufficio Scolastico Regionale. Il 24 avremo un ulteriore monitoraggio, molte situazioni sono in miglioramento rispetto all’inizio. Spero che molto di più si possa ancora fare. Per la parte residuale stiamo ulteriormente cercando spazi e posso dirvi che abbiamo chiuso un accordo con la CEI per una convenzione che permetterebbe l’utilizzo, qualora fosse necessario, di luoghi parrocchiali”.

Obbligatorio, dunque, tornare a fare lezioni in presenza dal 14, giusto?

“Sì, è nostro dovere quello di ripristinare le attività didattiche in presenza dal 14 settembre e nei giorni seguenti. Bisogna fare tutti gli sforzi possibili per permetterlo. Io, però, temo che ci sarà una psicosi al primo starnuto…”

Ecco, cosa si può fare per evitare quanto accadrà nei primi giorni di scuola?

“Bisognerà, a mio modo di vedere, fare una massiccia campagna informativa per la vaccinazione contro l’influenza. Invitare, dunque, la popolazione a vaccinarsi”.

Ritorno in classe, il Veneto dice no alla mascherina: “Tenerla durante le lezioni è una tortura”

Stampa

Didattica digitale integrata. Eurosofia ha creato un innovativo ciclo formativo per acquisire le competenze specifiche