Ritorno in classe, Ascani: “Un nuovo anno inizia, tra i più complessi di sempre”

Stampa

“È arrivato il 1° settembre e inizia un nuovo anno scolastico. Inizia per tanti con l’emozione del tornare a scuola che si somma al timore, legittimo, per un virus che è ancora tra noi e che richiede attenzione e massima prudenza. Ci sarà molto da fare, anche nei prossimi giorni, ma oggi è giusto spendere qualche minuto per fare dei ringraziamenti”.

Così su Facebook la vice-ministra dell’Istruzione, Anna Ascani.

“Grazie alle Regioni che hanno messo da parte il colore politico e la campagna elettorale per fare spazio al lavoro di squadra e grazie agli enti locali che, in tempi brevissimi, hanno realizzato i lavori che servono alla ripartenza. Grazie a tutto il personale dell’Amministrazione, centrale e periferica, che in questi mesi ha lavorato per assicurare la ripresa delle attività scolastiche in presenza. Grazie ai dirigenti scolastici che si sono improvvisati tecnici per verificare dati e misurare capienze per garantire la sicurezza. Grazie al personale ATA che non si è risparmiato e con impegno e serietà ha fatto la propria parte. Grazie ai docenti che anche stavolta – nonostante la didattica a distanza abbia mostrato quanto è difficile il loro lavoro – hanno dovuto subire narrazioni basate su pregiudizi duri a morire, ma continuano ad amare profondamente il proprio mestiere. Grazie alle famiglie che hanno atteso e sollecitato, ai sindacati che hanno criticato e aiutato, a tutti quelli che hanno fatto un passo indietro per farne due avanti, insieme. E grazie ai nostri studenti, grandi e piccoli, che sono la vera ragione di quell’emozione, il riferimento ultimo di tutto quello che facciamo. E che ci hanno spronato a fare ogni giorno di più e meglio”, scrive ancora Ascani.

“È un nuovo inizio, tra i più complessi di sempre. Con l’impegno di tutti e di ciascuno restituiremo a bambine e bambini, ragazze e ragazzi, il pieno diritto all’istruzione, perché non perdano più neppure un’ora di lezione. Si ricomincia, finalmente. Buon anno scolastico a tutti!”, conclude

Stampa

Didattica digitale integrata. Eurosofia ha creato un innovativo ciclo formativo per acquisire le competenze specifiche