Ritorno in classe: addio (per ora) all’organico Covid, ma avranno il bonus 200 euro

WhatsApp
Telegram

Manca ormai davvero poco per il ritorno in classe. Il Ministero dell’Istruzione ha predisposto un vademecum con diverse info utili per la ripresa delle lezioni. Novità anche sul fronte dei docenti.

Il venir meno della fase emergenziale (almeno per adesso) ha una ripercussione anche sul fronte degli organici.

La prima notizia è che, per ora, l’organico Covid non è stato confermato. Si tratta di 55mila contratti temporanei grazie ai quali le scuole hanno fronteggiato la fase più acuta dell’emergenza.

L’effetto della fine delle misure di emergenza anche per la scuola ha portato, dunque, all’interruzione del rapporto con i docenti dell’organico aggiuntivo.

Gli insegnanti, però, avranno a disposizione il bonus 200 euro (per accedere serve inoltrare istanza all’Inps entro il 31 ottobre).

Anief chiede la conferma dell’organico Covid

Martedì mattina, Anief ha dato appuntamento a docenti e Ata a Roma, in Piazza Santi Apostoli, per manifestare e chiedere di reintrodurre l’organico Covid da 80mila docenti e Ata, introdotto nel 2020 ed oggi sparito, oltre che per inserire nelle graduatorie di merito tutti i partecipanti del concorso Straordinario bis, da utilizzare peraltro fino al loro completo esaurimento.

Docenti non vaccinati tornano in servizio

Altra novità, come già scritto più volte, riguarda il venir meno dell’obbligo vaccinale (misura già prevista dal 15 giugno). I docenti non vaccinati non poteva stare a contatto con gli alunni, ma dovevano essere impiegati in attività di supporto alle scuole. La normativa di riferimento, con il termine dell’anno scolastico 2021-22, viene meno: tutti in classe, pertanto senza alcuna limitazione.

Covid, rientro in classe 2022: stop mascherine, cosa fare con i positivi, stop a DAD, contatti con positivo: VADEMECUM Ministero con le indicazioni ufficiali

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur