Ritorno in classe, a Milano sperimentato filtro aria contro il Covid-19

A Milano in una scuola superiore verrà sperimentato in occasione dell’inizio dell’anno scolastico un filtro per l’aria che abbatte la carica virale del Covid negli ambienti chiusi.

La sperimentazione è stata lanciata dalla Città Metropolitana, competente sulle scuole superiori di Milano, che ha firmato un protocollo di intesa con la start up italiana NanoHub che ha sviluppato il filtro e con Dto, società attiva nella commercializzazione e assistenza tecnica di strumentazione scientifica.

All’istituto superiore Schiaparelli-Gramsci, dove dal 14 settembre rientreranno in classe 700 alunni, sono stati installati 52 depuratori d’aria nelle classi, nei laboratori e in biblioteca, dotati di filtro in grado di inattivare il Coronavirus. In 10 minuti viene inattivato il 98,2% della carica virale infettiva del Covid in una stanza, in 20 minuti di oltre il 99,8%, fino ad arrivare al 100% in 30 minuti.

“A pochi giorni dall’inizio delle lezioni la sicurezza degli studenti e di tutto il personale scolastico è la priorità della Città Metropolitana – ha commentato la vice sindaca Arianna Censi -. Monitoreremo i risultati della sperimentazione e ci auguriamo siano positivi”.

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia