Ritorno a scuola, Vacca (M5S): “No alle manovre politiche sulla pelle degli studenti”

Stampa
vacca

Il pentastellato Gianluca Vacca attacca le Regioni che hanno posticipato il ritorno in classe, invitando a soluzioni che non ricadano sulle spalle degli studenti.

“La scuola ha bisogno di un impegno serio e condiviso, non di manovre politiche sulla pelle degli studenti. Oggi ci sono Regioni che, dopo aver firmato un’intesa per riportare in presenza gli studenti delle superiori il 7 gennaio, si sono sfilate. E’ inaccettabile. Studenti, insegnanti e operatori del settore meritano più rispetto”.

E’ quanto affermato, in una nota, da Gianluca Vacca, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Commissione cultura della Camera.

La ministra Azzolina ha lavorato, insieme ai prefetti, per il rientro in classe, e anche in queste ore il Comitato scientifico e l’Istituto Superiore di Sanità confermano che il sistema scolastico, nel suo complesso, non è il motore del contagio. Anche molte Regioni hanno lavorato bene ed erano pronte. La scuola e un’intera generazione di ragazzi non devono pagare per colpe nono loro”, conclude. il pentastellato.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur